Home > virtualization, vmware, vsphere > Aggiornare ESXi 5.1 da vCLI

Aggiornare ESXi 5.1 da vCLI

Venerdì scorso sono usciti una serie di aggiornamenti per vSphere 5.1, e ho deciso di aggiornare subito i nodi del mio lab.

Anche se nel mio lab ho vCenter e Update Manager, questa volta ho deciso di procedere all’aggiornamento dei nodi collegandomi via ssh alla shell di ESXi: questa modalità può tornare utile in alcuni casi o in assenza di Update Manager (come nel caso di nodi licenziati free o essentials).

Ecco la procedura:

  1. carichiamo su un datastore accessibile dal nodo il file di patch: in questo caso il file da scaricare dal sito VMware è il file ESXi510-201210001.zip
     
  2. abilitiamo SSH sul nodo: è sufficiente avviare il servizio SSH dalla scheda Configuration – Security Profile.
    Nota: dato che questo aggiornamento prevede un reboot è meglio impostare che il servizio parta assieme all’host (voce "start and stop with the host"). In caso contrario, dopo il reboot, sarà necessario connettersi via vSphere Client per uscire dal maintenance mode o andare in console via ESXi shell
  3. collegarsi tramite un client SSH al nodo
  4. identifichiamo gli image profile inclusi nella patch tramite il comando "esxcli software sources profile list"
    image
    notare la presenza di due profili, quello standard e quello senza vmware tools. Useremo quello standard
  5. mandiamo l’host in maintenance mode tramite il comando
     esxcli system maintenanceMode set –enable=yes –timeout=10
  6. aggiorniamo l’host tramite i comandi:
    esxcli software profile update –depot=<file_patch_completo_di_path> –profile=<profilo_da_installare> –dry-run
     Nota: consiglio prima di installare la patch, di verificare quali operazioni verranno compiute tramite l’opzione –dry-run, in particolare cosa verrà installato e cosa rimosso.
    image
    e
    esxcli software profile update –depot=<file_patch_completo_di_path> –profile=<profilo_da_installare>
    che procede con l’installazione vera e propria.
    image
  7. Dato che questa update richiede un reboot, riavviamo il nodo con il comando reboot
  8. completato il reboot, ricolleghiamoci in SSH e usciamo dal maintenance mode:
    esxcli system maintenanceMode set –enable=no –timeout=10
    Nota: se l’ssh non fosse più attivo, è necessario utilizzare il vSphere Client per uscire dal maintenance mode o dare il comando precedente direttamente da console
  9. disabilitiamo SSH dal nodo: come "buona prassi" è meglio non avere l’ssh attivo sui nodi quando non serve.
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: