Home > Italian VMUG, virtualization > VMUG Italy User Conference: ed ecco tutti gli speaker!

VMUG Italy User Conference: ed ecco tutti gli speaker!

Come sapete ormai la User Conference del VMUG Italiano è alle porte (è il 3 Aprile ad Assago, vi siete già iscritti? Potete ancora farlo a questo link) e annunceremo l’agenda completa a brevissimo.

Nel caso ve lo foste perso, questa volta avremo quattro ospiti speciali, persone tra le più esperte e conosciute nel mondo VMware che hanno tenuto sessioni anche al VMworld: Cormac Hogan, Scott Lowe, Duncan Epping e Mike Laverick.

In vista della User Conference abbiamo preparato una breve intervista con ciascuno di loro, eccole!

 

Cormac Hogan

cormac

VMUG-IT: Ciao, potresti presentarti agli amici del VMUG IT?

Cormac: Mi chiamo Cormac Hogan. Sono stato uno tra i primi impiegati VMware ad essere assunto presso l’HQ Europeo di Cork, in Irlanda, nell’Aprile 2005, quasi otto anni fa. Precedentemente ho lavorato per Sun Micro, DELL ed EMC. Sono sposato, ho due figli e vivo nelle vicinanze della città di Cork, sulla costa sud dell’Irlanda.

VMUG-IT: Qual è il tuo attuale ruolo in VMware?

Cormac: Al momento ricopro il ruolo di Senior Technical Marketing Architect nel gruppo “Cloud Infrastructure Product Marketing” di VMware. Sono responsabile per la parte Storage in generale, con attenzione specifica per le tecnologie di Storage in ambito VMware vSphere e per il “Virtual Storage”. Ho scritto un certo numero di White Papers su questi argomenti e ho tenuto diversi seminari su “Best Practices” e nuove funzionalità dello Storage. Mi occupo di Technical Marketing dal 2011.

VMUG-IT: Quali sono le ultime tecnologie sulle quali stai lavorando in questo momento?

Cormac: Attualmente sto lavorando su quelle tecnologie che abbiamo presentato in anteprima al VMworld 2012, e precisamente il “Distributed Storage”, i “Virtual Volumes” ed una nuova funzionalità relativa alla tecnologia Flash che vedremo nella prossima release di vSphere.

VMUG-IT: Cosa ne pensi dei VMUG?

Cormac: Mi piace molto partecipare agli eventi organizzati dai VMUG e incontrare clienti e partners. E’ un’ottima occasione per farci sapere di persona come i nostri prodotti e le loro funzionalità possono essere migliorati; prendiamo nota del feedback che riceviamo dagli utenti e lo riportiamo ai nostri Product & Engineering Teams che ne fanno tesoro.

VMUG-IT: Di cosa parlerai alla User Conference?

Cormac: Parlero’ delle tecnologie più recenti alle quali sto lavorando – Distributed Storage, Virtual Volumes e vFlash – e di come queste prepareranno l’arrivo a ciò che chiameremo “Software Defined Storage”.

VMUG-IT: Vorresti aggiungere qualcosa?

Cormac: La mia sessione durerà solo 45 minuti, ma passerò tutta la giornata alla conferenza. Se vi va di discutere di qualunque argomento relativo allo storage – sia che si tratti di un consiglio su una “best practice” che di una qualche funzionalità che vi piacerebbe vedere introdotta o migliorata – venite pure a cercarmi per una chiacchierata.

VMUG-IT: Grazie Cormac!

Potete seguire Cormac sul suo Blog http://cormachogan.com/ o attraverso il suo account Twitter @VMwareStorage

 

Scott Lowe

scott

VMUG-IT: Ciao, potresti presentarti agli amici del VMUG IT?

Scott: Mi chiamo Scott Lowe, sono un blogger, speaker e autore. Finora ho pubblicato quattro libri a mio nome: Mastering VMware vSphere 4, VMware vSphere 4 Administration Instant Reference, VMware vSphere Design (insieme a Forbes Guthrie e Maish Saidel-Keesing), e Mastering VMware vSphere 5. Il mio quinto libro, (scritto con Forbes Guthrie), VMware vSphere Design 2nd Edition, uscira’ molto presto (probabilmente in tempo per la VMUG IT User Conference). Ho presentato sessioni al VMworld per quattro anni consecutivi e partecipato come speaker a diversi eventi del VMUG in giro per il mondo. Questa, comunque e’ la mia prima volta per un VMUG in Italia!

VMUG-IT: Qual è il tuo attuale ruolo in VMware?

Scott: Sono arrivato in VMware (provenendo da EMC) all’inizio di Febbraio, assegnato alla “Networking and Security Business Unit”; si tratta del gruppo precedentemente in Nicira (acquisita nel 2012 da VMware n.d.r.) e responsabile per le soluzioni di “Network Virtualization”. Il mio ruolo all’interno del gruppo è di diffondere la conoscenza relativa alla “Network Virtualization” ma anche di lavorare a stretto contatto con i nostri clienti per influenzare l’evoluzione delle soluzioni di “Network Virtualization” proposte da VMware.

VMUG-IT: Quali sono le ultime tecnologie sulle quali stai lavorando in questo momento?

Scott: Prima di entrare in VMware, ho spostato un po’ la mia attenzione rispetto a vSphere ed in particolare mi sono interessato a diverse tecnologie Open Source tra cui Open vSwitch (OVS), OpenStack, ed altre. Il cambio di lavoro si è dimostrato molto azzeccato, dato che queste sono le tecnologie Open Source chiave su cui punta VMware per incoraggiare ulteriormente lo sviluppo e l’adozione della “Network Virtualization” come componente fondamentale del “Software Defined DataCenter”. Quindi, la mia attenzione continua ad essere indirizzata su OVS, OpenStack (specialmente su OpenStack Quantum, che ne è il componente networking), e sulle tecnologie e progetti Open Source ad essi collegati.

VMUG-IT: Cosa ne pensi dei VMUG?

Scott: Sono molto riconoscente per gli sforzi che il VMUG fa a livello mondiale per supportare i suoi utenti, e sono molto contento quando mi viene data l’opportunità di aiutare in qualche modo. E’ bello che i clienti di VMware abbiano una organizzazione come il VMUG capace di aiutarli garantendo continuamente formazione e consapevolezza riguardo VMware, i suoi partners e le soluzioni con cui possono essere risolte le problematiche di business.

VMUG-IT: Di cosa parlerai alla User Conference?

Scott: Il titolo della mia sessione sarà “Understanding Network Virtualization.” Oggi ci sono tantissime informazioni disponibili riguardo il “Software Defined Networking” (SDN), i controllers, i protocolli di overlay, e argomenti simili. Quello che spero è di riuscire a mettere ordine tra queste informazioni per aiutare il pubblico a capire cosa si intende per “Network Virtualization” e cosa sta facendo VMware in questo campo.

VMUG-IT: Vorresti aggiungere qualcosa?

Scott: Solo questo. In questo momento nel nostro campo stanno avvenendo grandi trasformazioni, ed è importante, per noi professionisti IT, restare sintonizzati per cogliere i cambiamenti in arrivo. Il VMUG è un gran modo per riuscirci. Se non siete associati al vostro VMUG locale, vi incoraggio caldamente di iscrivervi e partecipare alle attività.

Potete seguire Scott sul suo Blog http://blog.scottlowe.org o attraverso il suo account Twitter @scott_lowe

 

Duncan Epping

duncan_epping_300

VMUG-IT: Ciao, potresti presentarti agli amici del VMUG IT?

Duncan: Mi chiamo Duncan Epping e sono stato tra i primi in assoluto a conseguire la certificazione “VMware Certified Design Experts” (VCDX 007); scrivo sul blog Yellow-Bricks.com e sono anche co-autore di diversi libri, tra cui “VMware vSphere 5.x Clustering Technical Deepdive” (5.0 and 5.1).

VMUG-IT: Qual è il tuo attuale ruolo in VMware?

Duncan: Sono Principal Architect (R&D, Integration Engineering) in VMware. Nel mio ruolo mi occupo principalmente di architettura ed integrazione in ambiente vSphere/vCloud.

VMUG-IT: Quali sono le ultime tecnologie sulle quali stai lavorando in questo momento?

Duncan: Ultimamente mi sono concentrato specialmente sulle soluzioni di “Software Defined Storage e Datacenter” che stiamo sviluppando internamente a VMware.

VMUG-IT: Cosa ne pensi dei VMUG?

Duncan: E’ bello vedere che in Italia c’è una larga comunità di utenti che supportano il VMUG e spero questa ripaghi gli sforzi del team di VMUG-IT con un evento da “tutto esaurito”!

VMUG-IT: Di cosa parlerai alla User Conference?

Duncan: Terrò una sessione interattiva e parlerò di come si progetta una “Virtual Infrastructure”… o forse dovrei meglio dire un “Software Defined Datacenter”? Discuterò di alcune delle decisioni che occorre prendere e considerazioni che normalmente occorre fare quando si progetta una architettura di questo genere. Spero che questa sessione possa aiutare a decidere quali modifiche fare al proprio ambiente in funzione delle proprie esigenze e limitazioni, e possa aiutare a comprendere meglio alcune delle tecnologie fondamentali VMware.

Potete seguire Duncan sul suo Blog http://www.Yellow-Bricks.com/ o attraverso il suo account Twitter @DuncanYB

 

 

Mike Laverick

mike-150x150

VMUG-IT: Ciao, potresti presentarti agli amici del VMUG IT?

Mike: Mi chiamo Mike Laverick e fino a qualche tempo fa gestivo il sito rtfm-ed.co.uk su cui pubblicavo il mio blog, alcuni manuali tecnici gratuiti ed un podcast settimanale. Adesso lavoro per VMware e il mio blog è mikelaverick.com. Lavoro con le tecnologie VMware dal 2003-2004 e a suo tempo mi sono fatto le ossa su ESX 2.0 e vCenter 1.0.

VMUG-IT: Qual è il tuo attuale ruolo in VMware?

Mike: Il mio titolo ufficiale è “Senior Cloud Infrastructure Evangelist”. Non ho ancora incontrato nessuno Junior Evangelist da maltrattare, però… qualcuno da cui farmi preparare il te’! Essere un “Evangelist” vuol dire fissare tutto il giorno un punto nel vuoto e pontificare sul futuro! Scherzo ovviamente!

VMUG-IT: Quali sono le ultime tecnologie sulle quali stai lavorando in questo momento?

Mike: In questo periodo sono concentrato su vCloud Director 5.1. Sto pianificando una serie di post sul mio blog sull’argomento “design”, basati sul corso “vCloud Director Design” tenuto dal famoso Eric Sloof che ho seguito di recente! Dopo di che mi tufferò dentro vCloud Automation Center, che e’ un prodotto molto popolare tra i nostri clienti. E infine vorrei poter lavorare con vCOPs un po’ più di quanto sia riuscito a fare in passato.

VMUG-IT: Cosa ne pensi dei VMUG?

Mike: Sono sempre stato un supporter dei VMUG essendo stato in passato un VMUG Leader, ma anche per aver fatto parte del circuito degli speaker invitati a parlare alle grandi User Conference negli USA. La vCommunity è la linfa vitale di VMware ed uno dei miei ruoli è proprio quello di confrontarmi con questa comunità ed essere di riferimento per i suoi membri, guidando la generazione di coloro i quali inizialmente hanno conosciuto ed utilizzato vSphere, in modo che possano avvicinarsi anche ad altre tecnologie.

VMUG-IT: Di cosa parlerai alla User Conference?

Mike: Spero di tenere due sessioni: una su come ho riorganizzato il mio Lab per vCloud Director e possibilmente una seconda su delle idee che ho riguardo Disaster Recovery e Cloud.

VMUG-IT: Vorresti aggiungere qualcosa?

Mike: Mi fa veramente piacere vedere che anche in Italia ci siano eventi VMUG di portata nazionale. Spero che, così come accade per il Regno Unito, ci siano sempre più di questi eventi di portata nazionale capaci di aggregare annualmente la vCommunity.

Potete seguire Mike sul suo Blog http://www.mikelaverick.com o attraverso il suo account Twitter @Mike_Laverick

 

Che altro dire… grazie ai nostri ospiti e non mancate!

E mi raccomando.. stay tuned per l’agenda finale!!!!

  1. No comments yet.
  1. 2 Apr 2013 at 10:11

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: