Archive

Posts Tagged ‘backup’

mhVTL: a linux open source VTL – part 2

2 Aug 2013 1 comment

In the first part of this miniserie, we have installed mhVTL. Now it’s time to install it’s web GUI: mhVTL-GUI

NOTE: As mhVTL-GUI is a web gui, I assume that apache is already installed.

  • mhVTL-GUI needs some packages, so let’s install them:
    • yum install php lsscsi mtx mt-st git sysstat sg3_utils

  • Configure sudo:
    • Allow your web server user id to run commands locally as root, adding
    • apache ALL=(ALL) NOPASSWD: ALL
    • in /etc/sudoers file
    • Comment out the line “Defaults requiretty” in /etc/sudoers
    • Disable selinux: set
      SELINUX=disabled
      in /etc/selinux/config
  • create a directory for mhvtl-gui files:
    • mkdir -p /var/www/html/mhvtlgui
  • download mhvtl-gui:
  • add a directory alias in the apache configuration: I prefer to add a separate apache configuration file under /etc/httpd/conf.d directory
    • create the file mhvtlgui.conf in /etc/httpd/conf.d directory with this content:

Alias /mhvtl “/var/www/html/mhvtlgui”
<Directory “/var/www/html/mhvtl”>
Options None
AllowOverride None
Order allow,deny
Allow from all
</Directory>

  • reload apache configuration:
    • service httpd reload
  • start mhvtl and tgtd:
    • service mhvtl start
    • service tgtd start

Now we can access mhvtlgui via web browser (eg http://192.168.133.132/mhvtl/ ). The default password is mhvtl.

mhvtlgui-1

From here we can configure VTL from a set of preset from Setup-> Add -> Standard

mhvtlgui-2

And configure iSCSI target from iSCSI(tgt)  (I suggest to start with the Quick Start configuration)

mhvtlgui-3

NOTE: after changing iSCSI configuration from the web gui, check that tgtd service is running and restart it otherwise.

Now we can map the Tape Drives and Changer using an iSCSI initiator: I will map them on a Windows 2012 Server VM.

  • Open Server Manager -> Tool -> iSCSI Initiator -> Discovery -> Discover Portal and insert the mhVTL server ip

mhvtlgui-4

  • Now check in Device Manager that everything shows up :)

mhvtlgui-5

Enjoy, your VTL is ready ;)

Advertisements
Categories: general Tags: , ,

mhVTL: una VTL open source su linux – parte 2

Nella prima parte di questa miniserie abbiamo installato mhVTL. Ora installeremo la sua web GUI: mhVTL-GUI

NOTA: Presuppongo che apache sia già installato.

  • Installiamo i package che servono a mhVTL-GUI:
    • yum install php lsscsi mtx mt-st git sysstat sg3_utils

  • Configuriamo sudo:
    • Permettiamo al web server di eseguire comandi locali come root aggiungendo
    • apache ALL=(ALL) NOPASSWD: ALL
    • nel file /etc/sudoers
    • Commentiamo la linea “Defaults requiretty” in /etc/sudoers
    • Disabilitamo selinux: settiamo
      SELINUX=disabled
      in /etc/selinux/config
  • creiamo una directory per i file di mhvtl-gui:
    • mkdir -p /var/www/html/mhvtlgui
  • scarichiamo mhvtl-gui:
  • aggiungiamo un directory alias nella configurazione di apache: personalmente preferisco avere un file di configurazione separato nella directory /etc/httpd/conf.d
    • creiamo il file mhvtlgui.conf nella directory /etc/httpd/conf.d con il seguente contenuto:

Alias /mhvtl “/var/www/html/mhvtlgui”
<Directory “/var/www/html/mhvtl”>
Options None
AllowOverride None
Order allow,deny
Allow from all
</Directory>

  • ricarichiamo la configurazione di apache:
    • service httpd reload
  • avviamo i servizi mhvtl e tgtd:
    • service mhvtl start
    • service tgtd start

Ora possiamo finalmente accedere a mhvtlgui tramite un web browser (eg http://192.168.133.132/mhvtl/ ). La password di default è mhvtl.

mhvtlgui-1

Da qui possiamo configurare le VTL a partire da una serie di preset tramite Setup-> Add -> Standard

mhvtlgui-2

E configurare i target iSCSI tramite iSCSI(tgt)  (suggerisco di cominciare con la Quick Start configuration)

mhvtlgui-3

NOTA: dopo aver cambiato la configurazione iSCSI dalla web gui, verificate che il servizio tgtd service sia attivo e riavviatelo in caso contrario.

Ora possiamo mappare i Tape Drives tramite un iSCSI initiator: in questo esempio li mappo su una VM con Windows 2012 Server.

  • apriamo Server Manager -> Tool -> iSCSI Initiator -> Discovery -> Discover Portal e inseriamo l’ip del server mhVTL

mhvtlgui-4

  • e verifichiamo che in Device Manager compaiano i tape drive :)

mhvtlgui-5

Fatto: la nostra VLT e’ pronta ;)

Categories: general Tags: , ,

mhVTL: a linux open source VTL – part 1

31 Jul 2013 1 comment

From time to times you have to work with tape and tape library and you need to understand how the various backup software works: in these cases testing and experimenting in our lab is made difficult because of lacks of  hardware.

In these situations comes in handy mhVTL, a linux open source VTL. In this mini-serie we will see how to install it and export it via iscsi.

For the installation I decided to use a linux vm Centos 6.4 x86_64 basic install without a GUI.

Here the installation steps (executed as root user):

  • download from here source and binary rpms (version 1.4.8 at time of writing):  we need source rpm as kernel module must be compiled and is not available in the binary rpm.

NOTE: I have not used elrepo repository rpms as at this time they are not updated to the last mhvtl version

  • install rpm:
    • rpm –i mhvtl-utils-1.4-8.x86_64.rpm mhvtl-utils-1.4-8.src.rpm
  • Make sure the kernel-devel package to match your running kernel is installed:
    • rpm –q kernel-devel
  • compile the kernel module:
    • cd /root/rpmbuild/SOURCES
    • tar xvfz mhvtl-2013-06-29.tgz
    • cd mhvtl-1.4/kernel
    • make
    • make install
  • start mhvtl service
    • service mhvtl start
  • check everything is running:
    • lsscsi –g
    • ps -ef|grep vtl

The VTL is now operational with two preconfigured tape libraries.

To be able to export via iscsi let’s install Linux SCSI target framework (tgt):

yum install scsi-target-utils

Now we have to configure iscsi target by tgt configuration file…

For configuration and management of mhVTL + SCSI target is easier to use mhvtl web gui: this gui is part of the Web Management Console GUI add-on.

In the second part of this mini-serie we will install the web interface and  configure a vtl via iscsi presentation to a windows server.

Categories: general Tags: , ,

mhVTL: una VTL open source su linux – parte 1

31 Jul 2013 1 comment

A volte capita di dover lavorare con nastri e tape library e di dover capire come i vari software di backup le gestiscono: in questi casi spesso è difficile fare prove ed esperimenti nel proprio lab perchè manca l’hardware.

In queste situazioni puo’ tornare utile mhVTL, una VTL open source per linux. Una volta installata la VTL, provvederemo ad esportarla via iscsi. In questa miniserie vedremo come installarla e esportarla via iscsi.

Per l’installazione ho deciso di usare una vm linux Centos 6.4 x86_64 di base senza interfaccia grafica.

Ecco gli step di installazione (eseguiti da utente root) di mhVTL:

  • scarichiamo da qui l’rpm dei sorgenti e l’rpm binario (versione 1.4.8 al momento in cui scrivo):  è necessario comunque l’rpm dei sorgenti in quanto il modulo kernel va compilato e non e’ parte del rpm binario.

NOTA: non ho usato gli rpm del repository elrepo perchè al momento non sono ancora aggiornati all’ultima versione di mhvtl

  • installiamo gli rpm:
    • rpm –i mhvtl-utils-1.4-8.x86_64.rpm mhvtl-utils-1.4-8.src.rpm
  • verifichiamo che siano presenti i pacchetti kernel-devel coerenti con il nostro kernel:
    • rpm –q kernel-devel
  • compiliamo il modulo kernel:
    • cd /root/rpmbuild/SOURCES
    • tar xvfz mhvtl-2013-06-29.tgz
    • cd mhvtl-1.4/kernel
    • make
    • make install
  • facciamo partire il servizio
    • service mhvtl start
  • e verifichiamo che tutto stia funzionando:
    • lsscsi –g
    • ps -ef|grep vtl

La VTL ora è operativa: la configurazione iniziale ha già due librerie preconfigurate.

Per poterla esportare via iscsi installiamo il Linux SCSI target framework (tgt):

yum install scsi-target-utils

A questo punto vanno configurati correttamente i target tramite il file di configurazione di tgt…

Per la configurazione e gestione di mhVTL + SCSI target è molto piu’ comodo usare la sua web gui installabile con l’add-on Web Management Console GUI.

Nella seconda parte vedremo come installare l’interfaccia web e come presentare a un server windows la vtl.

Categories: general Tags: , ,

Veeam Backup & Replication 7: rivelate altre funzioni!

20 May 2013 1 comment

Come probabilmente tutti avrete visto, Veeam sta rilasciando poco alla volta quali nuove funzionalità saranno presenti nella nuova versione 7: in particolare da febbraio ha cominciato ad annunciare via via le novità con un sito dedicato (http://go.veeam.com/v7).

Ecco un breve elenco di cosa è stato già annunciato:

  1. Backup e restore migliorato in ambiente vCloud Director con backup di tutti i metadati e attibuti delle vApp e restore delle vApp e delle VM direttamente in vCloud
  2. Plug-in per il vSphere Web Client
  3. Veeam Explorer per SharePoint per il restore rapido senza agenti di oggetti SharePoint dai backup
  4. Archive to tape: è finalmente possibile archiviare i backup su nastro direttamente da Veeam senza usare altri software, con tanto di tracking delle VM e dei restore points
  5. Virtual Lab anche per Hyper-V
  6. 1-Click Restore migliorato: è ora possibile far revocery self-service anche di VM
  7. Virtual Lab per le repliche: è possibile ora avere la verifica delle repliche con lo SureReplica (analogo dello SureBackup, ma per le repliche) e utilizzare U-AIR e le sandbox sulle repliche

Oggi è stata annunciate altre due novità: il Backup Copy job e il backup da storage snapshot!

Backup Copy Job

Sarà possibile creare dei job per copiare i backup offsite, in modalità forever incremental, specificando quali VM e con quale frequenza. Inoltre supporta la retention secondo lo schema nonno-padre-figlio.

GFS01

E non è finita qui: c’e anche la possibilità di attivare una WAN acceleration integrata!

L’accelerazione WAN è integrata in Veeam e ottimizzata per i backup di Veeam (non è quindi un WAN accelerator general purpose). Esiste un quarto ruolo, il WAN Accelerator, che si affianca ai tre ruoli già esistenti (Backup Server, Source Proxy e Target Proxy) che si occupa di questa funzionalità.

image

 

Backup da Storage Snapshot

Per gli storage array supportati (per ora HP StoreVirtual, HP StoreVirtual VSA e HP StoreServ) ora Veeam è in grado di fare il backup da uno snapshot fatto a livello san.

image

Nuove edizioni

Insieme all’annuncio di queste ulteriori funzionalità è stato anche annunciata una nuova edizione: la Enterprise Plus. Le edizioni di Veeam quindi diventeranno ben 4: la Free edition, la Standard, l’Enterprise e l’Enterprise Plus, via via con funzionalità in aggiunta.

image

 

 

Che dire… non vedo l’ora che la nuova versione diventi disponibile!

Categories: virtualization Tags: , ,

Veeam Backup & Replication Cloud Edition released

12 Feb 2013 Leave a comment

Yesterday Veeam announced a new edition of Backup & Replication: Veeam Backup & Replication Cloud Edition.

This new edition enable to copy your backups "in the cloud" (off-premise) and supports 15 different cloud providers: not only the well known Amazon (who is S3 Glacier), Azure and Google, but also OpenStack, Rackspace, HP Cloud and other from different country.

The main features are:

  • works transparently without requiring specific knowledge of the different cloud API
  • cloud cost estimation
  • data encryption in transmission and at rest in the cloud
  • compresses data before transfer to the cloud
  • bandwidth management

These features are implemented as a separate component (called Veeam Cloud Backup) which works alongside Veeam Backup & Replication but can also be used as an independent tool.

For more information see the product overview and the official demo video

Categories: virtualization Tags: ,

Veeam Backup & Replication Cloud Edition

12 Feb 2013 Leave a comment

Ieri Veeam ha annunciato una nuova edizione di Backup & Replication: Veeam Backup & Replication Cloud Edition.

Questa nuova edizione implementa la funzionalità di backup "nel cloud" (off-premise) e supporta 15 differenti cloud provider: oltre a "chi si aspettava" come Amazon (sia S3 che Glacier), Azure e Google, è interessante notare siano supportati anche Openstack, Rackspace, Hp Cloud e anche due provider italiani (Tiscali e Seeweb).

Le funzionalità principali sono:

  • lavora in modo trasparente senza richiedere conoscenze specifiche delle differenti API
  • permette di tenere sotto controllo la spesa dello spazio di backup tramite uno strumento di stima dei costi
  • permette la cifratura dei dati
  • comprime i dati prima di trasferirli nel cloud
  • gestisce il consumo di banda
    Queste funzionalità sono implementate come un componente a parte (di nome Veeam Cloud Backup) che lavora a fianco di Veeam Backup & Replication ma può anche essere usato a sé stante.
Categories: virtualization Tags: ,